ATTENZIONE!

Questo articolo è stato scritto nel 2016, le informazioni riportate potrebbero essere incomplete o non aggiornate. Per qualsiasi dubbio o chiarimento lascia un commento in fondo all'articolo.

Scrivere per il Web

 In Scrivere Online

Non sempre basta Saper Scrivere

Il Web è un mondo vasto e pieno di possibilità, ogni sito è strutturato in maniera diversa, ha un obbiettivo specifico e non si può quindi “fare di tutta l’erba un fascio” ma bisogna aver chiaro che Scrivere per il Web è diverso da scrivere per un giornale cartaceo.

Ovviamente i consigli che voglio riportare non si applicano a chi scrive storie o racconti, per i quali si applicano le regole e le scelte stilistiche dell’autore ma per chi vuole scrivere un articolo efficace, completo e di successo per il mondo della rete.

Premetto che non voglio in questo articolo approfondire tecniche che riguardino il lato SEO (Search Engine Optimization) ma tutti i consigli che andrò a riportare saranno rivolti con qualche riguardo verso l’indicizzazione.

Vediamo quindi quali sono le regole da seguire se si vuole Scrivere per il Web con successo, potranno sembrare regole banali ma sono estremamente efficaci.

1) Scrivere!

Certo sembra molto banale ma è la regola più importante per un Blog di successo. Non bastano 10 articoli per essere ben indicizzati e non si può sperare di ottenere utenti disposti a seguire con costanza il vostro Blog se non viene aggiornato periodicamente.

A meno di scrivere per se stessi consiglio quindi di pubblicare almeno 2 articoli a settimana se si mira a creare un pubblico interessato e comunque non meno di 1 se lo scopo principale è aumentare l’indicizzazione del sito.

È ideale pianificare diversi tipi di articoli nell’arco della settimana, senza pretendere pubblicazioni quotidiane si può ottenere un ottimo risultato anche solo pubblicando 2-3 articoli brevi e ben strutturati e un solo articolo corposo e più accurato nell’arco della settimana. Differenziare i contenuti è un ottimo modo di creare più articoli, per esempio una fashion blogger può scrivere un articolo su un prodotto entrando nello specifico, avere una rubrica sull’outfit della settimana e un articolo principale su una sfilata o un evento a cui ha partecipato trovandosi ad avere 3 contenuti settimanali senza grandi sforzi.

2) Strutturare l’articolo

Passiamo ora alla parte più importante, ossia come scrivere un articolo di successo

Sapere di cosa si sta Scrivendo

È essenziale essere padroni della materia di cui si scrive, non ci si improvvisa blogger. Se il sito tratta di giochi bisogna conoscerli a fondo, se tratta di moda è necessario essere informati sulle tendenze e sulle novità, così come quando si tratta di informatica o di qualsiasi altro settore bisogna avere una buona conoscenza del settore per attirare l’attenzione del lettore.

Originalità e Qualità

Prima ancora di scrivere l’articolo bisogna avere contenuti originali da scrivere, purtroppo senza questi l’unica cosa garantita è che il Blog non potrà mai decollare.

I contenuti devono poi essere anche di qualità. Puoi infatti essere l’unico a conoscere un nuovo metodo per arricchirsi online ma se l’articolo viene scritto in modo incomprensibile o le informazioni date non sono complete l’articolo non è ben fatto.

Lunghezza

Quanto deve essere lungo un articolo? Dipende, ma in linea di massima mai meno di 300 parole. Sotto questo numero infatti non si riesce ad ottenere una buona indicizzazione.

Di norma un articolo medio-corto oscilla tra le 300 e le 500 parole mentre un articolo medio-lungo tra le 500 e le 1000. Sopra questa cifra ci troviamo davanti a testi molto lunghi che se non sono tutorial o essenziali (appunti scolastici, storie, ecc.) rischiano di risultare troppo lunghi per essere reputati interessanti dal lettore.

Prima il Punto

Eccoci ad una delle regole più importanti e sicuramente la meno banale dello Scrivere per il Web.

Partite dalla fine, nelle primissime righe l’utente deve capire esattamente cosa sta leggendo e a cosa porterà l’articolo, perchè ci vorranno pochissimi secondi per decidere se l’articolo parla di quello che si sta cercando o meno e il Web è estremamente competitivo. Se non offri la soluzione l’utente cambierà sito e non leggerà tutto il testo per scoprire se gliela offrirai in seguito.

Fate quindi in modo di chiarire sempre subito di cosa trattate nell’articolo e verrete ricompensati in qualità del traffico in entrata.

Parlare da Esperti per Neofiti

Quando si scrive, sopratutto di argomenti complessi e con un bacino di utenza molto vasto, bisogna tenere a mente che verrete letti sia da esperti del settore che da neofiti in cerca di informazioni.

L’abilità più importante e purtroppo non facilmente insegnabile è quella di scrivere in modo da farsi capire dai nuovi arrivati senza per questo non offrire nuove idee ai veterani del settore. Se riuscirete in questo i vostri articoli saranno sicuramente apprezzati.

A questo scopo è utile usare frasi brevi e complete, si esprime un concetto e si spiega chiaramente. Quando si Scrive per il Web l’equilibrio è molto precario ma dovendo scegliere si sbaglia di meno rischiando di diventare schematici e concisi che non ostentando frasi lunghe e complesse.

Sfruttare i Link

I link sono uno strumento potentissimo e allo stesso tempo molto delicato da usare con cura e chirurgicamente.

Risulta estremamente comodo linkare altre pagine del proprio blog se trattano di argomenti che sorgono nell’articolo, questo eviterà sia di dilungarsi nella scrittura sia di aumentare le visite all’articolo linkato e il tempo di permanenza dell’utente.

Al contrario esagerare coi link rende la pagina a rischio di Spam e valutata negativamente dai motori di ricerca.

Link Esterni: tutti i link che non rimandano al proprio sito possono essere un’arma a doppio taglio, utili da un lato a completare l’articolo e allo stesso tempo potenzialmente in grado di far uscire un lettore dal nostro portale. Il mio consiglio è di usarli quando necessari assicurandosi che il link si apra in un’altra pagina e se possibile aggiungendo al link l’attributo rel=”nofollow” per evitare eventuali penalizzazioni.

3) Pianificare la Pubblicazione

Spesso l’idea di un nuovo articolo o il tempo libero che possiamo dedicare al nostro blog non è ottimale per l’impatto che l’articolo può ottenere sul sito.

Pubblicare in piena notte non darà la stessa visibilità di pubblicare all’ora di pranzo. Per questo motivo chi vuole Scrivere per il Web deve chiedersi cosa vuole ottenere dal suo articolo.

Con l’esperienza si arriva a capire anche che orario è più ideale per il tipo di trasformazione che si vuole ottenere (alcuni portali di vendita vedono picchi nelle transazioni durante la sera, alcuni blogger al mattino) ma in linea di massima consiglio di programmare la pubblicazione degli articoli nella fascia oraria in cui ci si aspetta che i propri lettori siano maggiormente attivi online.

4) Sfruttare i Social

I Social sono probabilmente lo strumento gratuito più potente per portare traffico sul proprio blog e vanno per forza sfruttati al massimo se si vuole ottenere un buon risultato.

Seguire con cura la presenza Social è un ottimo modo di interagire con gli utenti e portare sul proprio sito traffico selezionato e di qualità.

Ogni volta che pubblichiamo un contenuto sul Blog è buona norma pubblicarlo anche su tutti i Social disponibili e qui diventa ancora più importante valutare con attenzione il momento della pubblicazione.

Analizzando le statistiche del sito potrete infatti notare che i picchi di visite corrisponderanno alle ore immediatamente successive alla pubblicazione sui Social.

5) Uno sguardo alla Grafica

La grafica del Blog non deve essere pesante ma al contrario deve facilitare la lettura, a questo fine è utile sapere che il font scelto per il sito può essere determinante e che, a differenza dello stampato, sul Web i font Sans Serif sono decisamente più leggibili.

Anche un’immagine in evidenza di impatto è una buona soluzione per aumentare la curiosità dell’utente e invogliarlo a leggere. Può risultare quindi utile anche aggiungere altre immagini esplicative o esteticamente ricercate se l’articolo diventa eccessivamente lungo per spezzarne l’impatto visivo.

6) Uno sguardo al SEO

L’indicizzazione è sempre la cosa più importante dopo il contenuto dell’articolo e, in un certo senso, anche più essenziale poichè un articolo non indicizzato non ha lettori.

Senza entrare nel merito di complesse operazioni di SEO e di campagne pubblicitarie vediamo qualche piccolo trucco molto semplice che può nel lungo periodo aumentare sensibilmente l’indicizzazione organica del vostro Blog.

Parole Chiave

Ogni articolo deve avere una parola chiave ben definita che viene ripetuta più volte nel corso della scrittura. È buona norma metterla sempre tra i tag <strong></strong> intervenendo se necessario sul codice (WordPress lo fa selezionando il grassetto) per indicare ai motori di ricerca l’importanza del termine.

Titoli e Grassetto

Due strumenti molto potenti sia per far capire la struttura dell’articolo all’utente, sia per indicare ai motori di ricerca l’importanza dei termini.

Tuttavia è bene ricordare che il grassetto non va mai abusato, intere frasi in grassetto non aiutano l’indicizzazione ma al contrario rischiano di penalizzarla.

Foto e Media

I contenuti multimediali sono ottimi per catturare l’utente finale quanto anonimi per i motori di ricerca, intervenendo su attributi quali titlealt si possono dare molte informazioni ai motori di ricerca, ma anche solo l’accortezza di non salvare le immagini con nomi tipo “sito-001.jpg” ma con “sito-Quadro-Fine-900.jpg” per quanto banale e limitato diventa importante col crescere del sito. Quando le foto passano da 10 a 10’000 rinominarle può fare la differenza, inoltre Google Immagini è un motore di ricerca estremamente sottovalutato da chi scrive ma che può dare grossi risultati nel tempo.

Conclusioni

Questo articolo non vi ha certo potuto trasformare in artisti e blogger perfetti ma sicuramente da le basi a chi non sa come Scrivere per il Web per strutturare un articolo in maniera più efficace e aumentando le possibilità che venga ben indicizzato e che possa essere trovato interessante dall’utente finale.

Davide Gavazzi
Davide Gavazzi, appassionato di SEO, SEM, Social Media Marketing e Web Design. Si occupa di Web dal 2011 creando e gestendo siti, Social, Pubblicità e tutto ciò che riguarda l'Online.
Recommended Posts

Lascia un commento

Contattami

Hai domande? Puoi scrivermi utilizzando il form seguente e sarai ricontattato il prima possibile.

Non leggibile? Cambia testo.

Start typing and press Enter to search